Il ciclo vitale in classe prima (3): alla scoperta delle piante! La nostra uscita didattica

Dopo aver sperimentato in classe con i semini e le piante, sfogliato e IMG_3154letto alcuni libri illustrati molto suggestivi, come quello de Il timido seme di Dianna Hutss Aston e Sylvia Long (ed. Motta Junior), osservato piselli nei loro baccelli, rappresentato il ciclo della pianta prendendo spunto anche da alcuni piccoli documentari didattici, abbiamo concluso il nostro percorso con una giornata dedicata al lavoro svolto durante l’intero anno scolastico: l’uscita didattica!

Abbiamo deciso di portare la nostra classe presso l’azienda agricola e agrituristica “Su Leunaxiu” – in località Soleminis (CA) – che aderisce al progetto Fattorie Didattiche della Sardegna. L’azienda è molto grande e, oltre ai campi coltivati ha anche le serre. Inoltre offre una serie di laboratori molto interessanti tra i quali quello di apicultura e quella della semina e coltivazione. Noi abbiamo deciso di optare per il laboratorio del dolce perché ci sembrava importante far manipolare con mano le materie prime per creare un prodotto finito… commestibile 😉

La giornata si è svolta in allegria e alternando momenti di sperimentazione e lavoro a quelli dedicati all’osservazione delle piante sino al gioco e al pranzo. Dopo una veloce presentazione dell’azienda, e alcune informazioni relative allo svolgimento della giornata, i bambini sono stati accolti all’interno della grande sala predisposta per il laboratorio del dolce. Durante la prima fase del laboratorio i bambini, seguiti dal personale esperto, hanno avuto modo di seguire passo passo la preparazione della pasta frolla per creare delle ciambelline tipiche della tradizione sarda: hanno assemblato e amalgamato gli ingredienti (lavorando in coppia) e impastato individualmente il proprio composto, steso la pasta e creato le forme con appositi stampini.

Al termine di questa fase è stata offerta una merenda in giardino (torta casereccia e succo di frutta) e i bambini hanno potuto giocare liberamente all’aria aperta. Dopo la pausa relax è stata avviata la fase conclusiva del laboratorio: assemblare i biscotti appena sfornati disponendovi sopra la marmellata. Ognuno ha assaggiato i biscotti preparati con le proprie mani e sistemato su un piatto quelli da portare a casa. 20170523_115712Il laboratorio si è svolto in armonia, allegria ed entusiasmo. Dopo aver preparato e assaggiato i dolci, siamo stati accompagnati dal proprietario dell’azienda alla scoperta delle piante presenti nelle serre e nei campi. La visita guidata è durata circa un’ora e i bambini hanno avuto modo di ricevere informazioni relative alla crescita delle piante, osservare alberi da frutto, scoprire piccole piante e ortaggi, raccogliere erbe aromatiche, trovare risposte alle curiosità emerse e passeggiare in mezzo ai campi.  Un bambino è riuscito ad aggiudicarsi una grandissima cipolla rossa che ha custodito gelosamente per tutta la giornata e riposto poi nello zaino (non oso descrivervi il profumino! ehehehe). Alcuni bambini hanno cercato un pezzo di terreno non coltivato e hanno provato a piantare delle piccole piantine di basilico, innaffiando e giocando con la terra: un vero spasso! Il momento del pranzo è stato esaltante: i bambini, forse presi dall’entusiasmo per aver visto gli ortaggi nel loro ambiente naturale 🙂  hanno mangiato con gusto ogni pietanza offerta (dalle verdure, alla pasta e alla carne)… cosa che non capita spesso in mensa. Ci siamo divertiti a trovare un nome adatto alle verdurine in pastella (sembravano proprio delle nuvole spumose) e condiviso sensazioni riguardo ai sapori e ai profumi dei cibi… cercando di indovinare anche gli ingrediente. I bambini intonavano le canzoni che stiamo preparando per la rappresentazione di fine anno “Il girotondo dei cinque sensi” che, guarda caso, riguarderà proprio i 5 sensi. Il dopopranzo è stato all’insegna del gioco ma senza dimenticare di vivere pienamente l’ambiente ospite: alberi, erba, insetti, frutti e fiori hanno reso tutto ancora più magico e interessante. Ognuno di loro, prima di andare via, ha potuto portare a casa un piattino carico di biscotti preparati con le loro mani da far assaggiare ai familiari.

Questo tipo di esperienza, oltre a rafforzare il lavoro fatto tra i banchi e stimolare la curiosità, permette di perseguire degli obiettivi molto importanti quali: sensibilizzare i bambini al mondo agricolo; promuovere il rispetto dell’ambiente; illustrare le diverse attività produttive agricole, la vita vegetale, il mestiere e il ruolo sociale dell’agricoltore; far capire l’importanza di una corretta e sana alimentazione e far conoscere l’origine degli alimenti primari; far scoprire il legame tra ambiente, agricoltura, alimentazione e salute; favorire momenti di socializzazione in attività di gruppo dove tutti si sentono e sono protagonisti.

Il giorno dopo, in classe, abbiamo provato a raccontare l’esperienza a parole ma anche con i disegni. Ecco come la mia classe ha raccontato l’esperienza in relazione alle piante. Hanno fatto davvero un ottimo lavoro 🙂

IMG_3137IMG_3134IMG_3133IMG_3130IMG_3132

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...