0

ARTE E IMMAGINE: Luce e Ombra

Luce e ombraAllego la mia lezione su Luce e Ombra proposta alle studentesse di Scienze della Formazione primaria durante il mio laboratorio di Educazione all’immagine. Il percorso è stato pensato per introdurre a scuola i concetti di luce e ombra. Solitamente propongo questi contenuti dopo aver affrontato il punto, la linea, le figure e il colore.

Ecco la presentazione che ho caricato su Emaze

https://www.emaze.com/@AFTTRZIW/luce-e-ombra?autoplay

 

 

0

UN PERCORSO DI ARTE E IMMAGINE (7). Il volto femminile

image

Contenuti: il volto nell’arte (accenni al cubismo, all’espressionismo, al classicismo ecc.), l’immagine femminile nell’arte dai primi affreschi all’epoca contemporanea.

Attività: percorso di osservazione, scoperta e sperimentazione artistica sul volto. Preparazione elaborato grafico per la festa della mamma “Il volto di mia madre”.

Materiali e strumenti: LIM, schemi, matite e colori.

Collegamenti interdisciplinari: italiano (il testo descrittivo e uso degli aggettivi qualificativi).

Obiettivi di apprendimento e competenze attese: conoscere le caratteristiche principali dei movimenti pittorici attraverso l’osservazione di alcune opere d’arte a partire dai primi affreschi alla pittura contemporanea; saper riconoscere gli elementi che caratterizzano un’immagine e leggerne i contenuti; fruire dell’opera d’arte; esprimere opinioni, pareri, sentimenti e emozioni attraverso la fruizione di un’opera d’arte; superare gli stereotipi visivi e sviluppare creatività e pensiero divergente; rappresentare il volto femminile traendo spunto da alcune opere pittoriche; riflettere sulla realtà e formulare delle ipotesi.

L’idea è nata da una serie di necessità: parlare della figura femminile nella società moderna – soprattutto in riferimento ai problemi legati allo studio di genere; combattere gli stereotipi di genere Continua a leggere

6

Il fumetto in classe: una e mille risorse

Fumetti da leggere, fumetti da disegnare, fumetti da sfogliare… Il fumetto lo si ritrova sempre tra le pagine di un sussidiario, lo si usa quando disegniamo e dobbiamo far parlare i nostri personaggi o quando affrontiamo per la prima volta il discorso diretto e indiretto in classe. Il linguaggio del fumetto è semplice, diretto e essenziale mentre le immagini rendono tutto più piacevole e divertente. Il fumetto è appunto un linguaggio (quello fatto di parole scritte) che usa a sua volta un altro tipo di linguaggio più semplice (quello iconico, delle immagini). Questo equilibrio perfetto, tra parole e immagini, lo rende particolarmente efficace come mezzo espressivo e, per i bambini soprattutto, coinvolgente per via del potenziale ludico che si porta dietro. Insomma, il fumetto è una fonte inesauribile di sorprese. Inoltre, proprio per le modalità con cui viene sviluppato (vedi PDF sotto della mia lezione-laboratorio sul fumetto), si avvicina molto al linguaggio cinematografico fatto di immagini (nel cinema sono in movimento ma nel fumetto sono fisse) e parole. Nella costruzione di una storia per fumetti, non a caso, dobbiamo comunque pensare soggetti e sceneggiature, definire i personaggi, scegliere le scene dove ambientare le vicende, ecc. Non dimentichiamo poi lo stretto legame tra fumetto e onomatopee. Insomma, credo che il fumetto non possa essere assolutamente trascurato nella nostra programmazione annuale! Io ho provato anche a “rispolverarlo” durante il periodo della festa del papà. Non faccio mistero di quanto poco sopporti e gradisca i così detti “lavoretti per le feste”, così un anno ho chiesto ai miei alunni di raccontare una giornata particolare vissuta insieme al loro papà e, siccome in quel periodo stavamo proprio facendo il fumetto e il discorso diretto-indiretto, ho chiesto loro di raccontare la storia a fumetti. Ogni bambino ha poi regalato la propria tavola al papà ottenendo un grande successo 😉

Ecco il mio PowerPoint in PDF della mia lezione-laboratorio sul fumetto proposto alla mie studentesse di scienze della formazione primaria. Questo è anche il modo in cui lavoro solitamente con la classe… di volta in volta apportando le modifiche del caso. 

IL FUMETTO A SCUOLA 

0

UN PERCORSO DI ARTE E IMMAGINE (6). Stagioni in arte

Dopo l’abc del disegno con punto, linea e colore vi propongo un percorso di sperimentazione creativa che trae spunto da alcune opere d’arte e ha come argomento centrale le stagioni. In questo percorso troverete l’autunno, l’inverno e la primavera.

Contenuti: le stagioni rappresentate nelle opere d’arte; individuazione e lettura degli elementi che caratterizzano una stagione; espressione di sé attraverso l’arte; fruizione delle opere d’arte e sperimentazione sul campo.
Attività: osservazione, esplorazione, manipolazione, sperimentazione grafica, osservazione e fruizione opere d’arte, riflessione; tecnica del collage.
Materiali: matite, carta, acquerelli, materiale da riciclo, colla, forbici, illustrazioni e opere d’arte in formato cartaceo, fotocopie.
Collegamenti interdisciplinari: scienze (la natura, l’albero, le stagioni e il paesaggio); storia (i cicli stagionali).
Obiettivi di apprendimento e competenze attese: fruire dell’opera d’arte, leggere gli elementi che costituiscono un’immagine e trovare relazioni con l’ambiente circostante, utilizzare l’opera d’arte per esprimere sentimenti e opinioni, giocare e sperimentare con diverse tecniche creative, conoscere e utilizzare il linguaggio iconico in maniera consapevole.

Il percorso, pensato e proposto ad una classe seconda di scuola primaria, si snoda durante tutto l’anno scolastico e Continua a leggere

1

Immagini che raccontano

Materiale in PowerPoint creato e utilizzato da me in un mio laboratorio di Educazione all’immagine per l’Università degli studi di Cagliari nell’ambito del percorso formativo per gli studenti del corso di laurea in Scienze della Formazione primaria.

IMMAGINI CHE RACCONTANO.L’OPERA D’ARTE

 

2

Inventare una storia partendo da un’opera darte

elaborato

Perché non provare a sfruttare l’opera d’arte per stimolare la fantasia dei bambini permettendo loro di imbastire una storia a partire dagli elementi che la compongono? Il progetto – che prevede due fasi ben distinte – mira a fornire tutta una serie di stimoli che conducano il bambino all’esplorazione creativa dell’opera d’arte attraverso un percorso di lettura e creazione ludica coadiuvato dalla fiaba.
Il racconto rappresenterà il filo conduttore che, tra parole e immagini, porterà il bambino a comprendere il significato di struttura narrativa di un testo e il suo funzionamento, sino a padroneggiare con i nuovi concetti appresi.
Il progetto didattico “Inventare una storia partendo da un’opera d’arte” è stato proposto a bambini Continua a leggere

2

UN PERCORSO DI ARTE E IMMAGINE (5). La linea

imageContinuo il mio percorso di arte immagine iniziato tempo fa. Questa volta sarà la linea a suggerirci come è possibile osservare il mondo da punti di vista differenti.

Contenuti: definizione del concetto di linea e distinzioni; accenni all’astrattismo; la linea nelle opere d’arte e nella fotografia; linea e prospettiva.
Attività: percepire e esplorare, definire e classificare, sperimentare con la linea, elaborare creativamente.
Materiali e strumenti: pennarelli e colori a matita.
Collegamenti interdisciplinari: geometria (la linea sul piano); italiano (gli aggettivi qualificativi).
Obiettivi di apprendimento e competenze attese: sperimentare strumenti e tecniche diverse per realizzare prodotti grafici, introdurre nelle proprie produzioni creative elementi linguistici e stilistici scoperti osservando immagini e opere d’arte, familiarizzare con alcune forme d’arte, guardare e osservare con consapevolezza un’immagine, riflettere sugli elementi del linguaggio visivo.
Il percorso parte dalla definizione di linea come “punto in movimento”. Definisco e disegno Continua a leggere