4

EuCodeWeek in classe prima: i miei giochi per la LIM

Con la mia prima quest’anno parteciperò alla settimana dell’EuCodeWeek. Da due settimane ho iniziato a usare le carte del kit CodyRoby e giocato con le istruzioni AVANTI – GIRA A DESTRA – GIRA A SINISTRA sia nel pavimento dell’aula, sia in palestra, con i cerchi per terra a mo’ di caselle, che alla LIM, creando una scacchiera bella grande da parete in modo che tutti i bambini potessero partecipare. CodyRoby è già entrato nel loro cuore e molti genitori, all’uscita di scuola, mi hanno chiesto chi fossero. Prima o poi inviterò anche loro a giocare in classe con noi 🙂

Per la settimana europea del codice ho deciso di inventare qualche nuovo gioco da proporre alla LIM. Ho deciso di usare la lavagna interattiva per alcuni motivi semplici: mi consente di far partecipare tutti (sia i bambini che giocano in un preciso momento alla LIM che quelli presenti ai banchi ma che possono osservare, ragionare, suggerire e “sfidare”); è una via di mezzo alla classica attività unplagged ma trasformata in formato digitale-LIM; essendo bambini di prima elementare, alle prese con la nuova organizzazione scolastica quotidiana, non mi sento ancora pronta a portarli in aula informatica e il supporto elettronico in classe mi sembra una valida alternativa; questi giochi mi consentono di verificare i prerequisiti sugli indicatori spaziali e riprendere il concetto di lateralizzazione che dev’essere, in questa fase, fissato e rafforzato; la componente ludica associata alla lavagna multimediale permette di ottenere partecipazione alla lezione e stimola la motivazione ad apprendere.

Nella mia classe abbiamo una LIM Oliboard DualPen quindi i giochi li ho pensati utilizzando quel software anche se, più o meno, sono tutti molto simili… quindi le indicazioni che darò Continua a leggere

Annunci
0

LE OLIMPIADI DELLE PAROLE

handwriting-2630118_960_720Come sappiamo, in classe seconda è necessario riprendere in mano la riflessione linguistica avviata in prima rinforzando le difficoltà ortografiche, legate ai suoni difficili e le doppie, e approfondendo tutti gli aspetti legati alla morfologia della frase, quindi alla classificazione delle parole da un punto di vista grammaticale. Pur essendo importante adottare delle buone prassi, come la lettura e la riflessione quotidiana sulle parole incontrate nel testo o il rinforzo da operare sul quaderno (anche se molti bambini osservano le “correzioni” in modo distratto e poi continuano a perpetrare l’errore) non sempre queste risultano efficaci. Come fare a rendere più digeribile l’ortografia senza appesantire la lezione? Continua a leggere

3

Il domino matematico

Domin matematico

Domino matematico

Ho pensato, ideato e realizzato questo speciale domino matematico per i miei alunni di prima. In questo modo i bambini hanno potuto giocare con i numeri e le quantità, memorizzando parola scritta in lettere e e in cifre, familiarizzando con la rappresentazione della quantità grazie ai diagrammi di Eulero-Venn ma anche con la linea del venti proposta da Bortolato. Inoltre, in un secondo step vengono inserite le carte somma e sottrazione che permettono al bambino di intuire che i numeri possono essere espressi anche sotto forma di uguaglianze (8 è ugale a 5+3 oppure 4+4 oppure 10-2 ecc).

Le carte sono realizzate in cartoncino, disegnate e pensate da me, colorate coi pennarelli e poi plastificate. I bambini le hanno utilizzate inizialmente con me alla cattedra sottoforma di gioco a squadre e, in seguito, le hanno usate in autonomia durante la ricreazione o nei momenti di relax.