1

Coding di massa. Nuove esperienze formative

leaflet_moocs-coding_home-print-1024x722

Ecco un breve articolo sul corso che sto seguendo on line e che in breve tempo, grazie anche alla professionalità e all’entusiasmo del prof. Bogliolo, ha coinvolto una miriade di docenti da tutta Italia. Dalle lezioni online, alle chat e alle condivisioni sui social network, ai compiti da fare a casa che poi vengono corretti con il metodo peer to peer, per finire alla programmazione di gruppo sulla piattaforma code.org. Insomma, grande partecipazione e soprattutto un ottimo modo per fare formazione e confrontarsi con i colleghi.

Ecco l’articolo che parla dell’esperienza: Coding di massa

 

Annunci
0

Animatori Digitali e Animatori Didattici ovvero: Non dimentichiamo le pedagogie!

Leggendo tra i blog ho trovato questo interessantissimo articolo che offre tanti spunti di riflessione sulla figura dell’animatore digitale e sul come portare avanti una didattica improntata anche sul digitale ma senza dimenticare l’importanza della pedagogia in classe. Ecco la sorgente: Animatori Digitali e Animatori Didattici ovvero: Non dimentichiamo le pedagogie!

Buona Lettura!

1

Di cosa parliamo quando parliamo di digitale

Condivido un articolo letto su un blog a mio avviso molto interessante e mi concedo una piccola riflessione su un argomento per me importantissimo.Si parla di nuove tecnologie e di quanto la digitalizzazione abbia cambiato in pochi anni il modo di concepire la realtà stessa.  Da insegnante,ma anche da genitore e perché no da chi usa il computer da più di vent’anni, credo fermamente nell’importanza dell’educazione ai newmedia e con essa a tutte le tecnologie informatiche. Un tempo era la televisione ad essere incriminata, si parlava di buona o cattiva televisione. C’era chi la proclamava buona maestra Continua a leggere

0

Una scuola per l’identità e la diversità

Foto dal sito La scuola di pace.org

Foto dal sito La scuola di pace.org

È necessario, importantissimo, promuovere e sostenere delle buone pratiche educative interculturali. Dobbiamo farlo noi insegnanti a scuola ma con l’aiuto fondamentale delle istituzioni che devono sostenere progetti di convivenza tra culture, religioni e lingue diverse. Il sistema dev’essere unito: insegnanti, genitori, singoli, istituzioni, comunità, cittadini tutti!

Qui potrete leggere un interessante articolo sull’argomento.

Una scuola per l’identità e la diversità