Morte e letteratura per l’infanzia: quando i libri aiutano ad affrontare temi importanti

Ecco alcuni albi illustrati che ho utilizzato con la mia classe prima (scuola primaria) per affrontare il tema della morte.E66BB117-2242-4F98-A6C0-5015049A02C3

Il cerchio della vita / Koos Meinderts, Harrie Jekkers, Piet Grobler

Il Castello, 2009

32 p. 

Titolo originale: BALLADE VAN DE DOOD

È la storia di un re che ha paura della Morte e non riesce a trovare la risposta alla domanda che lo ossessiona da tempo “Perché dobbiamo morire?”. Convocati i grandi saggi del tuo regno scopre che nessuno sa trovare una risposta soddisfacente e così escogita un piano per catturare la Morte e liberarsi di lei. Dopo averla imprigionata dentro una campana di vetro impazza la festa: tutti si danno alla pazza gioia, si divertono facendo anche giochi pericolosi, ma con il passare del tempo, gli abitanti del regno si rendono conto la morte è importante quanto la vita: ormai non c’è più spazio per tutti e la noia ha contagiato le persone che hanno anche perso l’entusiasmo alla vita e ogni scopo. Il re, stanco e ormai annoiato, si rende conto del grosso errore commesso e decide di liberare finalmente la morte andandogli incontro e compiendo così la sua stessa vita, morendo.

La storia è raccontata in rima, le illustrazioni sono colorate e allegre. Il testo è brillante e affronta con leggerezza il tema dell’inevitabilità della morte.

In classe ho letto due volte il racconto. La prima volta ho deciso di non mostrare le immagini e di procedere spedita tra le righe. Ho chiesto ai bambini di immaginare i personaggi e di rimandare le domande al termine della lettura anche riguardo alle numerose parole difficili (la mia è una prima classe). Nella seconda lettura mi sono soffermata nella spiegazione delle strofe e dei termini nuovi e mostrato le illustrazioni.

 

Una mamma come il vento / Agnès Bertron

Motta Junior, 2001

31 p. 

Titolo originale: Une maman comme le vent

“Martino trova sempre le parole giuste al momento giusto: quelle per-non-farsi-pestare-i-piedi e quelle che fanno-dimenticare-tutto-quando-si-è-arrabbiati. A Martino piace molto parlare con l’amico Dino. Quando la mamma di Dino muore, vorrebbe consolarlo, trovare le parole-che-fanno-bene, ma non ne è capace. Almeno fin quando non ascolterà i consigli di chi è più saggio di lui…” Un libro che parla di amicizia, dell’importanza delle parole e… della vita.

 

Gedeone / Chiara V. Segré, illustrazioni Chiara Dattola

Il gioco di leggere Edizioni, 2010

30 p.

Il racconto di Gedeone è un inno alla vita. Ma chi è il protagonista? Un piccione che ama la sua città e i suoi abitanti, un uccello che vive di piccole cose e ne gioisce nella quotidianità e che, al momento della sua morte, continua a credere nella gioia di vivere grazie al ricordo delle persone che lo hanno accompagnato nel suo volo. Una storia commovente ma positiva che fa riflettere sul senso della vita e sull’importanza di vivere pienamente ogni istante. Ma Gedeone è molto di più… e scoprirlo insieme ai vostri bambini sarà ancora più bello.

 

Il giardino / Georg Maag, illustrazioni Irene Bedino

Edizioni Lapis, 2004

24 p.

Valentina vive la gioia della sua infanzia nel mondo incantato e sicuro che ha costruito insieme al suo papà: il giardino di casa sua. Quando il padre muore la bambina è incredula, disperata e arrabbiata. Non riesce a tollerare che tutto possa continuare senza il suo papà e così fa di tutto per distruggere quel luogo un tempo tanto amato. Ma si accorgerà che alla vita non si sfugge e quel giardino che un tempo era stato il suo rifugio diventerà il luogo dal quale guardare oltre e costruire nuove speranze. Una metafora sul tempo che passa e guarisce le ferite, una storia di speranza.

 

L’anatra, la morte e il tulipano / Wolf Erlbruch

Editore E/O, 2007

32 p.

“Già da molto tempo l’anatra aveva come un presentimento. ‘Chi sei? E perché mi strisci alle spalle di soppiatto?’ ‘Bene, finalmente ti accorgi di me’ disse la morte. ‘Sono la morte.’ L’anatra si spaventò. Non la si può certo rimproverare per questo. ‘E adesso vieni a prendermi?'”. L’autore Wolf Erlbruch ha vinto il premio Hans Christian Andersen nel 2006, da molti considerato il Nobel alla letteratura per ragazzi. Età di lettura: da 4 anni.

Al riguardo consiglio questa lettura analisi e lettura del libro: http://www.radicelabirinto.it/lanatra-la-morte-e-il-tulipano/

 

 

Annunci

One thought on “Morte e letteratura per l’infanzia: quando i libri aiutano ad affrontare temi importanti

  1. Pingback: Il ciclo vitale in classe prima (1): riflettere sul senso della vita a partire dal concetto di morte | La finestra sull'albero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...