Quando la maestra è in vacanza: matematica, scienze e informatica… sotto l’ombrellone (2)

Come promesso, ecco la seconda parte dei consigli di lettura. Questa volta vi propongo alcuni libri di scienze.

SCIENZE.

Partiamo da un ebook per noi adulti. “Insegnare e apprendere scienze e tecnologia con le indicazioni nazionali” di Tiziano Pera, GiuntiScuola. lllUn libro che dal piacere di insegnare scienze e tecnologia nella scuola primaria e, partendo proprio dalle Indicazioni Nazionali, offre ottimi spunti di riflessione per avviare nella primissima infanzia il pensiero scientifico e stimolare nei bambini le curiosità per affrontare il mondo delle scienze. Troverete riferimenti sia sul piano teorico che pratico per affrontare al meglio la didattica delle scienze, esempi di micro-segmenti curricolari e verticali per progettare una didattica finalizzata a sviluppare le competenze negli allievi. Argomenti trattati (in breve): le Scienze nella scuola primaria; oggetti, materiali e trasformazioni; osservare e sperimentare sul campo; l’uomo, i viventi e l’ambiente; astronomia e scienze della terra; chimica e biologia; tecnologia.

Un altro libro interessante, molto diverso dal precedente ma anch’esso con un approccio maieutico, è “L’evoluzione” di Maria Arcà (Carocci Faber editore, Collana Incontrare le Scienze): un excursus sul cambiamento dei viventi nel tempo a partire dalle discussioni nate in classe con i bambini. Un testo interessante perché parte dall’esperienza sul campo e mette in gioco, attraverso una serie di esempi mirati tratti da percorsi e progetti avviati nella scuola primaria, una serie di interrogativi atti a sviluppare la costruzione del pensiero scientifico. Partendo dalla storia della biologia si mette in moto un percorso che consente di aiutare le bambine e i bambini a comprendere il susseguirsi delle trasformazioni nella crescita e, allo stesso tempo, imparare a porsi le domande chiave per comprendere la realtà con spirito critico. Troverete suggerimenti e un’attenta descrizione e schematizzazione di esperienze di classe. Gli argomenti trattati? In breve: la storia della vita (la Terra prima della vita, l’evoluzione, le molecole primordiali, i racconti dei fossili, ecc); stranimali (immaginare animali strani nati e sviluppati da evoluzioni mai avvenute in base alle relazioni con l’ambiente… e la fantasia dei bambini); somigliare ai genitori (eredità e cultura, somiglianze e intrecci, biodiversità, ecc); pensare l’evoluzione (viventi e non viventi, preformismo e epigenesi); Lamarck, Darwin, Mendel e i modelli della genetica; il DNA (cos’è, come funziona, mutazioni…); eredità ed evoluzione. Un libro da utilizzare in tutto il ciclo della primaria ma anche nella scuola secondaria di primo grado. Quest’anno prenderò sicuramente spunto da alcune esperienze per intessere le mie con i miei alunni di seconda.

1501661889254-dd9052c6-c239-4083-ba64-8a035eb4d5d5_Restando in tema di evoluzione e cambiamenti non posso dimenticare un libricino che ha entusiasmato me e i miei figli: “Vita di un atomo raccontata da sé medesimo: la storia dell’Universo spiegata ai bambini” di Luca Sciortino, ed. Erickson. Un racconto “autobiografico” 😉 sulla formazione dell’Universo e del pianeta Terra dalla testimonianza diretta di Pio Semplicio, un atomo di idrogeno che piano piano… dopo mille vicissitudini e altrettanti incontri fondamentali… darà il suo prezioso contributo per la creazione di ciò che conosciamo. Racconto divertente, interessante, curioso alla scoperta dei misteri dell’Universo. La presentazione del libro è di Margherita Hack. Vi consiglio di leggerlo e di utilizzarlo anche in classe perché offre diversi spunti di lettura e si presta a essere approfondito e arricchito nella quotidianità della vita scolastica.

Abbiamo scoperto come il nostro pianeta ha preso vita e sarebbe anche bello capire insieme ai nostri alunni come invece funziona. A tal riguardo ho un libro (acquistato per i miei figli ma utilizzato più volte anche a scuola: sì, sono una madre che trafuga i libri dei propri figli per portarli a scuola!) che piace molto ai bambini, e anche agli adulti come me, perché pop-up, colorato e facilmente leggibile: “Come funziona la Terra. Guida interattiva al nostro meraviglioso pianeta” di Christiane Dorion e Beverly Young, in Italia pubblicato da Il Castello. Dal Big-Bang! ai cicli stagionali, dalla forza di gravità alle prime forme di vita, toccando i movimenti della Terra sino alla formazione delle montagne, affrontando il ciclo dell’acqua senza dimenticare l’inquinamento atmosferico e le problematiche legate all’effetto serra e raccontando il ciclo delle piante e la catena alimentare, troverete un susseguirsi di figure tridimensionali che spuntano improvvisamente dalla pagina, linguette da tirare ricche di contenuti e curiosità, alette da sollevare e tante altri trucchi da scoprire.

20170803_113320

Avete presente Leo Lionni? Sì, l’autore di Pezzettino ma anche il famosissimo Piccolo Blu e Piccolo Giallo… o Guizzino… e chi più ne ha più ne metta. Un autore amato dai bambini (storie ben illustrate, semplici, brevi ma intense) e dagli insegnanti (storie che si prestano a riflessioni e sviluppo di molteplici attività) che ci regala da anni personaggi indimenticabili. Beh, quest’estate – mentre facevo la scorta di libri per la vorace lettrice di casa che è mia figlia – ho scoperto un suo libro che mi ha completamente spiazzata e affascinata portandomi a scoprire un Lionni che ignoravo! Il libro è “Elementi di botanica parallela” (Gallucci editore): una serie di estratti tratti dal volume originale “La botanica parallela” in cui si offre “un assaggio alla scoperta delle piante che popolano l’universo botanico fantastico di Leo Lionni: le artisie, i giraluna, le comunità di tirilli e mollette di bosco. In queste pagine compaiono anche i nomi dei primi studiosi, le proprietà e le teorie alla base di una scienza che da Linneo prende solo le mosse per raccontare un eccentrico universo naturale, fuori dal tempo, immateriale. Un mondo vegetale fatto della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni e i ricordi” (da IBS.it).

Mia figlia consiglia anche il super premiato romanzo “L’evoluzione di Calpurnia” di Jacqueline Kelly, Salani Editore, “Perfetto per i bambini affascinati dalla scienza: dai segreti delle diverse specie di animali, dell’acqua e della terra”. Io non ho letto il libro ma mi fido del parere di mia figlia, lettrice incallita, appassionata di scienze e di romanzi d’avventura. Vi rimando direttamente alla pagina della Salani Editore per farvi un’idea della storia. Io inizierò a leggerlo a breve perché m’incuriosisce davvero tanto.

Se vi siete persi la puntata precedente andate a leggere qui: LETTURE DI MATEMATICA

Annunci

One thought on “Quando la maestra è in vacanza: matematica, scienze e informatica… sotto l’ombrellone (2)

  1. Pingback: Quando la maestra è in vacanza: matematica, scienze e informatica… sotto l’ombrellone (1) | La finestra sull'albero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...